Piazza S. Croce, Firenze

 

mercatin4

Siamo appena tornati da Firenze, dove abbiamo fatto un weekend lungo. Volevo scrivere questo post veloce perchè a Piazza S. Croce, nel centro di Firenze hanno allestito un bellissimo mercatino natalizio che davvero mi è piaciuto moltissimo e che ci sarà solo fino al 21 Dicembre! Qualcuno lo chiama Weihnachtsmarkt perchè sembra davvero di essere in Germania. Si può mangiare di tutto: dalla cucina polacca a quella austriaca, passando per quella greca e quella ungherese. I prezzi non sono bassissimi, per esempio un buonissimo stinco di maiale con patate e verdure costa 12euro, ma comunque ne vale davvero la pena! Oltre al cibo si trovano artigianato provenzale, bielorusso ed austriaco! Un mercatino assolutamente da visitare!

Anche se possono sembrare simili, le varie cucine proposte si differenziano nell’uso delle spezie

Hotel sciatusc

CLOSER, THE (TNT)

Adoro il sito Tripadvisor. Lo trovo utilissimo e lo uso spesso! Stò notando, però, come molte recensioni siano strane o addirittura finte, e la cosa mi infastidisce parecchio.

Alcune sono del tipo: voto all’albergo 0, perché la colazione prevedeva SOLO 7 tipi di caffè.

Ho pensato di recensire alcuni hotel nei quali ho soggiornato per dare la mia opinione. Sicuramente le recensioni sono opinabili, ma possono essere uno spunto interessante per chi mi segue e pensa che quello che scrivo sia simile al loro modo di vedere le cose.

La chiamerò Hotel sciatusc perchè mentre scrivevo il post stavo guardando un video degli Arteteca. Ci vorrebbe un sottofondo musicale quando si legge questa rubrica con gli Arteteca di Made in Sud che commentano……:)

PS La foto è di uno dei miei personaggi preferiti, il Vicecapo Brenda Leigh Johnson del serial The Closer!

 

Ricetta cinese: Riso alla cantonese veloce

hd450x300

Se vado al ristorante cinese, e ci vado molto spesso perchè impazzisco per la cucina cinese untissima, ultimamente sto trascurando il riso alla cantonese. Guardo sempre la fotografia sul menu, magari penso anche di ordinarlo, ma poi alla fine prediligo qualcos’altro. Il motivo della mia trascuratezza verso il riso alla cantonese è molto semplice: la ricetta è cosi banale che lo faccio meglio io! La ricetta è quella classica, si conserva, e sopratutto, in caso di una cena veloce da fare, è sempre molto carina da servire. Io non sono un dittatore della cucina, per cui, uso il riso basmati, ma se mi è finito, lo sostituisco con qualsiasi tipo di riso.

Ingredienti

Riso 250g

Prosciutto cotto a dadini 120g

Gamberetti in scatola, una manciata

Uova 3

Piselli in scatola 250g

Cipolle 1

Olio di semi di arachide 6 cucchiai

Salsa di soia 1 cucchiaio

Lessare il riso in abbondante acqua per circa 10minuti. Sbattere le uova e aggiungere la cipolla tritata. Far rosolare in padella l’olio ed aggiungere il composto di uova e cipolla, strapazzandolo con una forchetta. Aggiungere i piselli, il prosciutto, i gamberetti e lasciar cuocere per 2minuti. Amalgamare con riso e salsa di soia. Ecco appunto…riso alla cantonese veloce.

A me piace servire il riso alla cantonese veloce in delle coppette o delle ciotoline.

 

10 cose da fare a Montreal, Canada

montreal_old_port

Il Canada mi piace tantissimo! Probabilmente perché come tutta l’ America ha quel senso di nuovo ed allo stesso tempo libero dei film. In Canada è tutto più grande, più nuovo, più……”americano”. Montreal, la città più grande dello stato del Quebec mantiene quel misto tra America ed Europa assolutamente affascinante. Sicuramente diversa da come appare nei film e serial tv, Montreal è una metropoli assolutamente da visitare in ogni angolo ed ogni parte e secondo me una settimana non basta assolutamente.

Lo ho già detto che il Canada mi piace tantissimo?

Ecco le mie 10cose da fare a Montreal

  1. I giardini botanici: Jardin Botanique de Montreal e Giardino Giapponese: 75ettari di giardini in mezzo ad una metropoli di 3.5milioni di abitanti! Che devo dire di più?
  2. I Festival di Montreal: Dopo il freddissimo inverno canadese, in primavera iniziano numerosi festival, da quelli del cinema a quelli musicali. Per tutti i gusti!
  3. Vieux-Montreal: La vecchia Montreal è un piccolo pezzo d’Europa fatto dai coloni francesi e da quelli inglesi con tantissimi edifici in stile vittoriano
  4. Basiliche: Notre-Dame, St. Patrick, Marie-Reine-du-Monde: Meglio raggrupparle in un’ unica cosa da vedere: sono Basiliche ottocentesche in tipico stile neoclassico, neogotico ecc.
  5. Underground  city: Montreal ha una vera e propria città sotterranea collegata a varie stazioni della metropolitana piena di negozi e vere e proprie attrazioni turistiche
  6. Plateau Mont-Royal: Il quartiere elegante di Montreal, con eleganti ville in stile vittoriano e piccole boutiques
  7. Little Italy: Un pezzo di Italia, che dire di più?
  8. Il Vecchio Porto di Montreal Longueil Ferry: Il migliore punto per una passeggiata e guardare lo skyline di Montreal
  9. Il quartiere latino: Pieno di bar, ristoranti e locali adatti a tutti i gusti, dai più eleganti a quelli più alternativi. Frequentato da locali e turisti
  10. Rue Sainte Catherine: La via dello shopping, piena di negozi e brand di ogni genere. La migliore alternativa ai centri commerciali.

Ricetta svedese: Rensteksröra

DSC_0015

Il Rensteksröra è un piatto tipico della cucina svedese a base di …. carne di renna! Queste tartine mi piacciono molto perchè all’Ikea si può trovare questo tipo di carne, ed è un aperitivo molto particolare da servire. La ricetta è facilissima e velocissima, per cui già per questo mi piace tantissimo 🙂

Per preparare il Rensteksröra servono

carne di renna qb

cipolla

panna acida

formaggio tipo Philadelphia

senape

caviale

pane svedese

Tagliare la carne di renna a pezzettini e sminuzzare grossolanamente la cipolla. Unire la panna ad un formaggio fresco morbido tipo Philadelphia ed aggiungere un cucchiaio da cucina di senape. Mescolare il tutto e servire sul pane svedese. Su ogni tartina aggiungere un po’ di caviale od uova di pesce.

Gay bar Stoccolma: Side track

sidetrack.small_1

Side track: Wollmar Yxkullsgatan 7, 118 50 Stockholm, Svezia


 

Come già anticipato nel post Cara, carissima Stoccolma, a Stoccolma i locali gay sono pochissimi! La questione è che la mentalità svedese, essendo molto aperta, rende praticamente tutti i locali gayfriendly. Il Side track è uno dei più famosi gaybar di Stoccolma, piccolo e carino, e frequentato sia da locali sia da turisti.

Il bar Side Track si trova nel quartiere di Södermalm, a sud di Stoccolma, facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. Il bar è piccolo e formato da due piani: il piano terra, con il guardaroba e l’ingresso ed il secondo piano, più in basso, con il bar vero e proprio. Essendo l’ ambiente un po’ chiuso e senza finestre, lo sconsiglio a chi potrebbe dare fastidio. Il Side track ha una serie di tavoli dove si può bere un drink o mangiare qualche stuzzichino, un’ area bar con i banconi, ed una terza area con qualche tavolo e dalla luce molto soffusa. Non saprei se quella era un’area per incontri o altro, però io e il mio fidanzato abbiamo notato che quando il locale iniziava ad affollarsi anche un gruppo di amici con delle ragazze si è fermato in quella zona. Il locale viene recensito su varie guide turistiche, anche sulla famosa Lonely planet ed il costo dei drink è medio rispetto ai prezzi di Stoccolma, perchè come ho detto milioni di volte, la Svezia è carissima rispetto agli standard italiani. Una birra costa circa 70SEK, circa 8euro. L’ambiente è carino, nessuna persona invadente (a meno che non lo vogliate ahahaha) e musica pop. Che dire….vale una visita!

Una nota stonata: l’antipaticissimo barista! Tutti erano molto gentili tranne uno, forse si sentiva troppo Miss Svezia, ma oltre ad essere molto scostante, ha anche sbagliato a passare la mia carta di credito più volte. Gli ho fatto notare che non funzionava perchè aveva sbagliato e mi risponde: “non conosco mica i tuoi codici, forse hai sbagliato tu!” Poi si accorge dell’ errore e la passa altre 2 volte…perché è stupido. Chiedere scusa, un optional.

Comunque il posto ci è piaciuto e lo consigliamo sopratutto a gruppetti di amici o coppie!

 

Ricetta svedese: Pyttipanna

pittypanna-L-RtwlGD

A me piace cucinare! Questo è un dato di fatto. Il secondo dato di fatto è che non sono bravissimo a farlo e secondo me il mio fidanzato spesso pensa che voglio avvelenarlo (lui è bravissimo a cucinare invece). Cioè, mi piace tantissimo lo stile Masterchef, lo stile “mi faccio la nutella fatta in casa”, lo stile “impiatto come se fosse una scultura”, ma nella realtà non ho tempo e la maggior parte di quello che preparo e provo ad impiattare si distrugge, per cui il mio modo di cucinare è veloce e molto più simile allo stile di Bendetta Parodi (maniera Cotto e Mangiato). Spesso tendo a snellire le ricette e a rompere le scatole in maniera allucinante per farne una versione biologica, e alla fine mi ritrovo a cucinare delle schifezze vergognose….

Però continuo tentando di non avvelenarlo 🙂

Il Pyttipanna è un piatto tipico della cucina svedese che tradotto significa: butta tutto in padella. Siccome io sono un tipo pratico, secondo me è un piatto per svuotare il frigo dove ci metti l’impossibile e fai la parte di quello che cucina stile svedese!

Ingredienti

  • patate qb
  • petto di pollo qb
  • wurstel qb
  • pancetta affumicata qb
  • cipolla qb
  • 1 tuorlo
  • barbabietole qb
  • cetrioli sott’aceto qb

Se mancasse qualche ingrediente, o volessi smaltire qualcos’ altro, io ce lo metto lo stesso!

Procedimento? Facilissimo!

Tagliare tutto a dadini piccoli. Cuocere le patate in una padella con un po di olio e salare. Cuocere la cipolla. Tagliare a dadini piccole le patate, il pollo, i wurstel e la cipolla. In un’altra padella rosolare la pancetta senza olio. Una volta rimosse le patate cuocere il pollo nella stessa padella e salare. Unire i wurstel al pollo, poi aggiungere anche patate, pancetta e cipolla cotte. Servire in un piatto accompagnato da un tuorlo crudo, barbabietola e cetriolini.